Se è vero che la suite di Adobe è la regina incontrastata tra i grafici professionisti e non, è anche vero che da quando è passata da Adobe Creative Suite ad Adobe Creative Cloud (tra il 2011 ed il 2012), abbiamo assistito ad una impennata dei prezzi. Chi si trova alle prime armi o a corto di soldi (fermo restando che usare software non originale è illegale) si vede quindi costretto a ripiegare su alternative a prezzi più accessibili o addirittura gratuite.

Nel campo della grafica vettoriale in cui Adobe Illustrator è il re incontrastato, si distingue molto bene Inkscape che a fronte di un prezzo pari a zero, trattandosi di free software, offre prestazioni di tutto rispetto. Disponibile per piattaforme Windows, MacOs, e Linux ha fatto la sua comparsa nel 2003 ed in questi anni, grazie alla interfaccia pulita e completa di funzionalità, ha saputo conquistare sia l’utenza amatoriale che quella professionale.